Alzheimer in Abruzzo: una petizione e Check up gratis

La giornata mondiale dell’Alzheimer in Abruzzo celebrata con una petizione e Check Up gratis. Le iniziative dell’Associazione  Alzheimer Uniti e l’Associazione Nazionale “Assomensana”.

Nei giorni scorsi a Piazza Salotto campagna informativa organizzata dall’Associazione Alzheimer Uniti guidata dal Presidente Carlo D’Angelo, in collaborazione con la Misericordia di Pescara, coordinata da Berardino Fiorilli. Nell’occasione raccolte firme per chiedere la realizzazione d’interventi finalizzati al sostegno delle persone affette da Alzheimer o da altro tipo di demenza e dei familiari. Intanto da oggi, fino a sabato prossimo, l’Associazione “Assomensana” organizza un check up gratuito sullo stato di salute delle principali funzioni cognitive allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla possibilità di rallentare il deterioramento cognitivo a qualsiasi età. Il referente provinciale per Pescara è la dottoressa Sara Santini neurologo , esperta in neuropsicologia e riabilitazione cognitiva, con formazione ed esperienza maturata presso l’Università di Genova, L’INRCA IRCCS di Ancona ed il centro UVA della ASL di Pescara.

” Rapporto  Mondiale  Alzheimer 2015 , che fornisce evidenze sull’impatto globale della demenza in termini di prevalenza ,incidenza , costi e tendenza ,  in riferimento alla situazione italiana , attualmente ci rivela  che in Italia ci sono 1.243.000 persone con demenza e nel 2015 ci sono stati 269.000 nuovi casi , con costi pari a oltre 37 miliardi di euro- si legge nella nota diffusa dai promotori dell’iniziativa –  È evidente che i costi della demenza costituiscono una sfida per i sistemi di Welfare mondiale , sono pertanto necessarie azioni mirate ad aumentare la possibilità di accesso alla diagnosi tempestiva,  al supporto post diagnostico e ad un migliore accesso alla assistenza. Attualmente l’azione è focalizzata a  ritardare l’esordio della malattia e rallentarne il decorso. È fondamentale la diagnosi precoce , in quanto la principale causa degli insuccessi terapeutici è da imputare al trattamento tardivo .  Pertanto l’ausilio di test diagnostici accurati e precocemente somministrati potrebbero consentire , unitamente ad un controllo dei fattori di rischio ed in particolare ipertensione , diabete,  ipercolesterolemia ed obesità, una l’ instaurarsi di una terapia efficace, prima che si manifesti una franca  demenza “.

Per prenotare il check-up gratuito , della durata di circa un’ora , ci si può rivolgere allo studio medico della Dottoressa Sara Santini al numero 085-29 11 12 da lunedì a venerdì dalle 16.30 alle 20.00

Sii il primo a commentare su "Alzheimer in Abruzzo: una petizione e Check up gratis"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*