L’Aquila: protesta Intersindacale Sanitaria Abruzzese

certificati-malattia-falsi

L’Intersindacale Sanitaria Abruzzese (Isa) dichiara lo stato di agitazione degli operatori convenzionati e dipendenti del Servizio Sanitario Regionale ad essa aderenti.

L’Isa richiede l’attuazione delle procedure di raffreddamento e di conciliazione ai sensi dell’art. 2, comma 2, della legge n. 146/1990, come modificata dalla legge n. 83/2000.

“Lo stato di agitazione – spiega il dottor Walter Palumbo, coordinatore dell’Isa – si rende necessario per avere riscontri, richiesti ripetutamente e non ricevuti dimostrando purtroppo scarsa sensibilita’ istituzionale verso le istanze degli operatori sanitari abruzzesi, alle tante istanze inviate al presidente della Giunta regionale, nonche’ Commissario ad acta alla Sanita’, dottor Luciano D’Alfonso e al Sub Commissario alla Sanita’ dottor Giuseppe Zuccatelli.”

I motivi dello stato di agitazione evidenziati dal dottor Walter Palumbo al microfono di Marianna Gianforte nel servizio che segue.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: protesta Intersindacale Sanitaria Abruzzese"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*