Punti nascita: seconda conferma di chiusura

ospedale neonati 640

Il Comitato Tecnico del Percorso Nascita (nominato dalla Giunta regionale), riunitosi per decidere quali di 4 punti nascita ‘mantenere in vita’ ha deliberato il secondo parere negativo per tutti, anche quello di Sulmona, unico a nutrire ancora speranze di rimanere attivo.

Il Comitato Tecnico del Percorso Nascita ( nominato dalla Giunta regionale) è tornato a riunirsi per decidere se vi fossero le condizioni per “mantenere in vita” uno, o più, dei quattro punti nascita nella lista di quelli da chiudere tra Atri, Ortona, Penne e Sulmona. Il Comitato  ha deliberato il secondo parere negativo per tutti, anche quello di Sulmona, unico a nutrire ancora speranze di rimanere attivo. Alla seduta del comitato hanno partecipato 14 componenti più il direttore regionale del settore Sanità, Angelo Muraglia; solo due membri hanno votato a favore della deroga per il punto nascita di Sulmona. Si tratta di un passaggio determinante per la sorte del punto nascita peligno poiché il parere del comitato è vincolante sul rapporto finale.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Punti nascita: seconda conferma di chiusura"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*