Isa- “Un destino che potrebbe toccare ad altri”

isa

Il destino dell’Isa potrebbe replicarsi per altre istituzioni culturali abruzzesi. A lanciare l’allarme è il presidente del TSA Ezio Rainaldi.

 

Rainaldi attacca duramente i tre consiglieri regionali di maggioranza – Luciano Monticelli del Partito democratico, Mario Olivieri e Andrea Gerosolimo di Abruzzo Civico – accusati di avere fatto “campagna elettorale con le solite marchette politiche nei confronti dei loro elettori con la scusa di guardare al sistema culturale nel suo complesso”. Rainaldi torna sulla questione della gestione dell’intero sistema culturale abruzzese da parte della legislatura D’Alfonso sottolineando che “manca una strategia vera, concreta, coerente e soprattutto super partes per aiutare le istituzioni in difficoltà e in generale per cambiare metodo, ragionando – sostiene Rainaldi – in un’ottica regionale lontana dalle logiche di appartenenza campanilistica e territoriale”. Al centro della questione c’è l’incontro che i tre consiglieri – coloro che proprio sul finanziamento straordinario all’Istituzione sinfonica abruzzese hanno aperto una crisi nella maggioranza di governo regionale disertando le commissioni convocate ad hoc e l’ultimo consiglio regionale prima delle ferie estive – hanno avuto nei giorni scorsi soltanto con alcune associazioni culturali: il Braga e la rete dei teatri.

 

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Isa- “Un destino che potrebbe toccare ad altri”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*