Proteste per Renzi a L’Aquila, Acerbo contesta il questore

Durante le proteste per l’arrivo di Renzi a L’Aquila era presente, per questo ha deciso di fornire la propria versione dei fatti: Maurizio Acerbo smentisce le dichiarazioni del questore Terribile rilasciate in merito al ferimento dell’agente di polizia.

Acerbo, ex deputato abruzzese di Rifondazione Comunista, in una nota appena diffusa, scrive:

“Vi segnalo dichiarazioni del Questore dell’Aquila Terribile che poi sono rimbalzate sulla stampa. Basta andare sul sito di Repubblica dove c’è un video che mostra chiaramente come è caduta sbattendo la faccia l’agente a cui facciamo gli auguri di buona guarigione. Le immagini smentiscono inequivocabilmente il questore. Assurdo è stato il tentativo di impedire con spinte e calci ai cittadini che protestavano di avvicinarsi al centro dell’Aquila. Io ero in prima fila con lo striscione No Ombrina che aprì la manifestazione di Lanciano e non ho visto anarcoinsurrezionalisti al mio fianco”.

Acerbo prosegue sottolineando che non occorre essere anarco-insurrezionalisti per indignarsi per il si del Governo a Ombrina, al metanodotto Snam, ad inceneritori, centrali a biomasse e altre scelte contro ambiente, territorio, scuola, sanità pubblica, diritti.

“I cittadini e le cittadine che ieri hanno manifestato cantavano Bella Ciao – conclude Acerbo – e la Costituzione nata dalla Resistenza garantisce loro il diritto di fischiare un presidente del Consiglio prepotente e i suoi camerieri della politica abruzzese. Ieri non c’erano anarcoinsurrezionalisti ma abruzzesi incazzati. Gli esponenti del PD abruzzese lo sanno bene perché hanno manifestato al fianco di quegli abruzzesi, a L’Aquila e sulla costa, salvo fare il contrario quando sono andati al governo. E’ stata una bella giornata di lotta. In poche ore siamo riusciti a organizzare una protesta efficace contro Renzi e il circo Takimiri dei suoi lacché abruzzesi. Sarebbe stato gravissimo se dopo aver dato il via libera a Ombrina il Presidente del Consiglio avesse trovato ad accoglierlo solo le lingue penzolanti degli esponenti del PD abruzzese capitanati dal Presidente D’Alfonso e dalla senatrice Pezzopane. Fortunatamente c’è un altro Abruzzo che non si arrende e difende il suo mare e il suo territorio. E’ solo l’inizio. La prossima volta saremmo molti di più”.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Proteste per Renzi a L’Aquila, Acerbo contesta il questore"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*