Pescara- I residenti di viale Margherita ricorrono al Tar

Via-Regina-Margherita-

A Pescara un senso unico cambiato, e poco gradito dai residenti, finisce in un ricorso depositato al Tar.

Ebbene sì, dopo essersi associati nel comitato ” Tutela, ambiente e vita per viale Regina Margherita”, i  residenti di questa strada del cuore cittadino hanno deciso di ricorrere al Tar per far annullare l’ordinanza comunale che ha disposto il cambio del senso di marcia. Ad attivarsi è un quadrilatero di ricorrenti, parliamo infatti dei residenti di viale Muzii, via Pellico, via Mazzini e un tratto di viale della Riviera. Non è piaciuta l’ordinanza del sindaco Alessandrini  e ancor meno l’esito dell’ultimo incontro con l’assessore Del Vecchio: i residenti hanno quindi cominciato col raccogliere le firme contro il nuovo senso di marcia alimentando per settimane la speranza di un dietrofront del Palazzo che, tuttavia, non è mai arrivato. Insomma, dopo 3 mesi di incontri pubblici, polemiche e rimostranze i cittadini residenti hanno maturato la decisione di affidare ad un legale un ricorso al Tar: articolato in più passaggi, il documento sottolinea “l’aggravamento dell’inquinamento nell’intera zona a causa del traffico- a detta dell’associazione- lento, ma costante” ipotizzando una “non competenza del sindaco in materia”.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Pescara- I residenti di viale Margherita ricorrono al Tar"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*