Master Plan: “Fatte fuori 140 mila imprese abruzzesi”

Master Plan: “Fatte fuori 140 mila imprese”. Lo segnalano in una nota congiunta ben sei associazioni di categoria criticando le strategie della Giunta Regionale.

In sintesi Confindustria, Casartigiani, Cna, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti lamentano la decisione di tagliare fuori dalla stesura finale del piano i rappresentanti della 140 mila imprese abruzzesi, ovvero chi é chiamato a creare occupazione.

“Dopo un iniziale coinvolgimento – sottolineano le associazioni datoriali – e dopo aver proposto le nostre osservazioni, la Giunta ha ritenuto di proseguire il confronto con i soli rappresentanti dei sindacati dei lavoratori dipendenti, tanto da condividere solo con loro la stesura finale. Avremmo potuto e voluto dare il contributo di chi ogni giorno vive l’economia regionale sulla propria pelle, con lo spirito costruttivo e concreto che ci contraddistingue. Vogliamo sperare che la nostra esclusione dalla redazione finale non abbia prodotto un Master Plan inadatto alle esigenze di una economia che conosciamo come pochi e che, a differenza di altre Regioni, non ha ancora imboccato la strada della ripresa”.

 

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Master Plan: “Fatte fuori 140 mila imprese abruzzesi”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*