Lavori anti esondazione del Pescara: Vincoli troppo rigidi?

Lavori anti esondazione del Pescara: Vincoli troppo rigidi? Si apre il dibattito dopo l’annuncio della Regione di opere per 54 milioni di euro, per far fronte all’emergenza alluvioni sul fiume Pescara.

In particolare diverse perplessità sono emerse da amministratori e cittadini nei territori tra Cepagatti e Rosciano che questa mattina s’incontreranno con il consigliere regionale di Forza Italia Lorenzo Sospiri per illustrare gli aspetti poco chiari di un’opera che prevede la realizzazione di 5 vasche anti esondazione , per la quale é già stato firmato un accordo di programma quadro con il ministro dell’ambiente Gianluca Galletti, rappresentanti del Governo, il presidente D’Alfonso e i sindaci. L’area d’intervento é compresa tra Cepagatti e Chieti e tra Rosciano e Manoppello. 5 gli anni previsti per ultimare il progetto.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Lavori anti esondazione del Pescara: Vincoli troppo rigidi?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*