Inchiesta Soget: reazioni e commenti di Mazzocca e Sospiri. M5S chiede le dimissioni dell’assessore

Inchiesta Soget : reazioni e commenti dell’assessore Mazzocca e del capogruppo Sospiri . Il M5S chiede le dimissioni dell’assessore e che il capogruppo di Fi faccia chiarezza sulla sua posizione.

L’assessore regionale all’ambiente Mario Mazzocca e il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale Lorenzo  Sospiri sono iscritti nel registro degli indagati per abuso d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta condotta dalla Procura di Pescara sulla società di riscossione  crediti Soget perché , secondo l’accusa il primo avrebbe indebitamente beneficiato della mancata riscossione di un debito di 22.300 euro nei confronti della società acquedottistica Aca, mentre Sospiri sarebbe stato esonerato dal pagamento di 10.931 euro, relativo a sanzioni per violazioni del codice della strada e tributi comunali.

“ Ribadisco di non avere mai ottenuto alcun “illecito favore”  precisa l’assessore Mazzocca; sto regolarmente pagando il mio debito nei confronti della società acquedottistica Aca, un debito che si ritiene ingiustamente contratto in quanto dovuto ad una rottura della linea di adduzione all’unico rubinetto di un garage inutilizzato da circa 20 anni, perdita scoperta solo dopo anni di mancata lettura del relativo contatore da parte di Aca medesima. “Nel ribadire la mia piena fiducia nell’operato dalla magistratura, non posso fare a meno di esternare la mia grande amarezza per l’intera vicenda e per il conseguente risalto mediatico massimamente dovuto al ruolo istituzionale da me attualmente ricoperto“ .

Il capogruppo Sospiri afferma che ” senza entrare nel merito delle indagini, continua a porsi una domanda che sinora non ha trovato risposta: quali sono i nomi degli altri 843 politici che avrebbero ricevuto cartelle Soget non pagate e non riscosse, generando il debito nelle casse del Comune di Pescara? Le mie cartelle, inerenti crediti per multe risalenti anche a dieci anni fa, di cui sono venuto a conoscenza solo nel 2014, le ho saldate tutte, sino all’ultimo centesimo, con l’aggiunta di more e interessi, com’era giusto. Altrettanto giusto ritengo che vengano resi pubblici i nomi di coloro che, al contrario, quei debiti non li hanno saldati”.

I consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle  invitano il presidente Luciano D’Alfonso a chiedere le immediate dimissioni dell’assessore Mazzocca, “poiche’ quest’ultimo e’ parte integrante del Governo che amministra questa Regione, anche grazie ad una scelta del presidente della Giunta. Il caso – proseguono i pentastellati  – venuto alla luce grazie all’interessamento del M5S Pescara, investe anche il consigliere di opposizione Lorenzo Sospiri. Non possiamo essere indulgenti quando si parla di legalita’ e giustizia, anche il consigliere Sospiri ha il dovere di fare immediatamente chiarezza sulla sua posizione “.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Inchiesta Soget: reazioni e commenti di Mazzocca e Sospiri. M5S chiede le dimissioni dell’assessore"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*