Acerbo: “Fermiamo la legge ammazzafiumi”

Acerbo-fermiamo-la-legge-ammazzafiumi

Appello dell’ex consigliere regionale del Prc Acerbo: “Fermiamo la Legge Ammazzafiumi”. Il provvedimento all’ordine del giorno del Consiglio Regionale di domani a L’Aquila.

Si tratta di una proposta di legge presentata dal Pd ma che in commissione ha ottenuto il voto favorevole anche del centrodestra e del M5S ed andrebbe ad incentivare l’escavazione e il taglio della vegetazione ripariale da parte dei privati:

“Tutte le peggiori pratiche contestate da un trentennio diventano tristemente soggette ad incentivazione economica – precisa Maurizio Acerbo – segno che il ceto politico regionale non ha seguito neanche per qualche secondo il dibattito scientifico e ambientale sulle problematiche legate ai fiumi abruzzesi. Se finora erano le amministrazioni pubbliche ad appaltare dissennate operazioni – prosegue Acerbo – d’ora in poi i privati faranno da soli: più ripuliranno, distruggeranno, taglieranno, scaveranno più guadagneranno “a compensazione”! La nota del leader di Rifondazione Comunista chiude con un appello: “Prima di produrre danni irreparabili invito il Consiglio a rinviare esame del provvedimento per i dovuti approfondimenti.”

Sii il primo a commentare su "Acerbo: “Fermiamo la legge ammazzafiumi”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*