M5S: una legge per ridurre bollette gas e luce agli Abruzzesi

m5stelle

Un risparmio sulle bollette degli Abruzzesi, grazie alla proposta di legge del Movimento 5 Stelle sulla istituzione dell’Ufficio regionale centralizzato per l’acquisto di energia elettrica e gas.

Domenico Pettinari, primo firmatario della Proposta di Legge, chiede che venga istituito questo ufficio quale organo terzo e garante d’imparzialità, per consentire ai consumatori, sia domestici che aziendali, di unirsi e agire come un’unica cordata, individuando il fornitore migliore per tariffe e qualità del servizio.
Una sorta di gruppo d’acquisto per l’energia che ha già trovato riscontro in alcune realtà private ma che, se istituzionalizzato attraverso una legge regionale, potrebbe ampliare la capacità di acquisto, offrendo ai fornitori un’importante fetta di clientela che permetterebbe di abbassare notevolmente i costi per l’utente.

“Con l’approvazione di questa legge i cittadini abruzzesi potranno risparmiale notevoli cifre sulle bollette” afferma Pettinari. “Con la liberalizzazione del mercato del gas e dell’energia elettrica, il Legislatore nazionale ha inteso aprire i mercati a tutte quelle Società che operano nel settore, creando di fatto un mercato libero parallelo a quello tutelato. Un mercato con prezzi del gas e della luce concorrenziali, in favore dei consumatori. Purtroppo all’idea non sono seguiti i fatti poiché i prezzi imposti nel mercato libero sono risultati costantemente superiori ai prezzi imposti dall’AEEGSI nel mercato tutelato. Il problema maggiore” evidenzia Pettinari “è situato nella mancata concorrenza tra le varie compagnie del settore che, sostanzialmente, hanno sempre imposto prezzi della componente vendita nelle proprie offerte contrattuali quasi uguali, differenziandosi solamente sulla qualità del servizio offerto all’utenza (si pensi ad esempio al servizio call-center). “Oggi con l’approvazione di questa legge – conclude – finisce il monopolio sui prezzi, ed il consumatore diventa un soggetto attivo nel mercato del gas e dell’energia elettrica, non più costretto a subire passivamente le offerte presenti nel settore”.

COME FUNZIONA LA LEGGE?

1) Tutti i cittadini, rispondendo ad una richiesta pubblica della Regione, aderiscono ad un elenco per beneficiare della fornitura di gas e luce a costi ridotti.

2) Attraverso un bando pubblico emanato da Regione Abruzzo, si individuerà il fornitore più conveniente in base al rapporto qualità prezzo.

3) A conclusione della procedura di evidenza pubblica, la Regione metterà in contatto il cittadino-consumatore con l’azienda che risponde ai criteri richiesti, al fine di concludere il contratto tra le parti.

Il video:

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "M5S: una legge per ridurre bollette gas e luce agli Abruzzesi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*