L’Aquila: F.I. denuncia l’abbandono a Valle Pretara

L’Aquila: F.I. denuncia l’abbandono a Valle Pretara e l’inerzia in Città. In una nota l’esponente di Forza Italia, Roberto Santangelo, torna a denunciare l’inerzia del Comune e lo stato di abbandono in cui versa il Quartiere di Valle Pretara con particolare riferimento sulla trascuratezza verso la ricostruzione pubblica.

Nelle scorse settimane, il gruppo “Italia dei Valori” del comune di L’Aquila, si legge sempre nella nota, ha denunciato l’inerzia dell’amministrazione, di cui fa parte, ed il caos organizzativo in cui si trovano diversi settori, con particolare riferimento al settore “opere pubbliche e viabilità”, il quale ha a disposizione milioni di euro stanziati, ma mai investiti per progetti importanti. Nel 2011, in uno degli ultimi consigli di circoscrizione del territorio di Valle Pretara, Torrione, S. Giacomo. S. Francesco e Collebrincioni, sottolinea sempre l’esponente Azzurro, si decise di stanziare l’intera annualità (circa 33.000 euro) per l’allargamento della strada di via Monte Velino. A tali fondi si sono aggiunti altri 30.000 euro stanziati dal bilancio comunale e si è istituito un capitolo di spesa per eseguire l’opera pubblica, ma a distanza di quattro anni, conclude nella nota Roberto Santangelo, non c’è traccia di tale opera infrastrutturale e ad aggravare il tutto, c’è il rischio che i suddetti fondi possano essere risucchiati nei buchi di bilancio per ripianare altri debiti.

 

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: F.I. denuncia l’abbandono a Valle Pretara"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*