La buona scuola Abruzzo: sono 1400 gli ex precari

scuola

La buona scuola Abruzzo: sono 1400 gli ex precari che accettano l’assunzione nella “buona scuola” di Matteo Renzi. La soddisfazione di Matteo Bonfante, responsabile scuola Pd Abruzzo.

Sono 1400 gli insegnanti abruzzesi che lasciano il precariato e accettano l’assunzione nella “buona scuola” di Matteo Renzi. Bonfante ha così commentato i dati circolati ieri in merito alle nuove assunzioni scolastiche a tempo indeterminato.

“Si chiude una fase che per anni ha visto lo svilimento della scuola e dei suoi protagonisti. Si cambia impostazione, – afferma Bonfante – grazie all’immissione in ruolo di tanti docenti sarà finalmente possibile creare un’adeguata e completa offerta formativa. Ancora una volta il governo e il Pd si mostrano in prima linea nella battaglia al precariato. Non si tratta solo di numeri, da adesso migliaia di persone potranno vivere con maggiore serenità. Questo, più che un merito della politica, è il giusto riconoscimento nei confronti degli insegnanti”.

Soddisfatto anche Marco Rapino, segretario regionale del Pd:

“Oggi le polemiche stanno a zero, quello che conta sono i risultati e non parliamo solo di risultati numerici, nonostante 1.400 sia un numero notevole, parliamo di aver restituito la giusta dignità e il ruolo legittimo a quel luogo che ha formato le donne e gli uomini di oggi e che formerà le donne e gli uomini di domani”.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "La buona scuola Abruzzo: sono 1400 gli ex precari"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*