Abruzzo: troppe stelle in hotel, Pagano (FI) rinviato a giudizio

Abruzzo: troppe stelle in hotel, Pagano (FI) rinviato a giudizio. L’ex presidente del Consiglio regionale e attuale presidente del comitato regionale di Forza Italia, Nazario Pagano, è stato rinviato a giudizio per peculato.

Il gip del tribunale di Rimini ha ritenuto fondate le accuse rivolte al politico abruzzese. I fatti traggono origine dalle indagini della Procura di Pescara e si riferiscono ad un soggiorno di Pagano in un lussuoso albergo di Rimini, dove si era recato per il Meeting del 2014. Due stanze del Grand Hotel che, secondo l’accusa, sarebbero state pagate con la carta di credito della Regione Abruzzo.  Piuttosto salato il conto, circa mille euro, da sommare ai 14.000 sborsati dalla Regione per ulteriori spese dell’allora presidente del Consiglio regionale.

Secondo la Procura di Pescara Pagano avrebbe soggiornato più volte in hotel a cinque stelle, mentre il massimo consentito ai politici regionali  è di quattro. Tra le località dei soggiorni in questione figurano Roma, Rimini, Sanremo, Venezia, Sirmione, Barcellona, Caracas, Miami, Toronto, Mosca e Innsbruck. In queste occasioni Pagano sarebbe sempre stato accompagnato dalla moglie o da altre persone. I pernottamenti contestati sono quelli di Rimini, per questo il procedimento è stato incardinato nel tribunale della città romagnola, ed è lì che si terrà il processo.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Abruzzo: troppe stelle in hotel, Pagano (FI) rinviato a giudizio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*