Depositati in Cassazione i referendum ‘antitrivelle’

I rappresentanti dei Consigli regionali di dieci Regioni, tra cui l’Abruzzo, hanno depositato in Cassazione i referendum ‘antitrivelle’.

 

I rappresentanti dei Consigli regionali di dieci Regioni – Basilicata, Marche, Puglia, Sardegna, Abruzzo, Veneto, Calabria, Liguria, Campania e Molise – stanno depositando in Cassazione sei quesiti referendari contro le trivellazioni entro le 12 miglia e sul territorio. Capofila dell’iniziativa è la Basilicata. I sei quesiti chiedono l’abrogazione di un articolo in particolare dello ‘Sblocca Italia’ e di cinque articoli del decreto Sviluppo.  E’ attesa, intanto, la decisione della Consulta che si pronuncerà tra gennaio e aprile sulla questione trivellazioni in Adriatico.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Depositati in Cassazione i referendum ‘antitrivelle’"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*