Scuola in Abruzzo, Vacca (M5s): “A rischio migliaia di cattedre”

scuola11scuola11

“Più pensionamenti che stabilizzazioni nella scuola in Abruzzo”. Il deputato Gianluca Vacca (M5s): “Aumenteranno le cattedre senza docenti”.

Nel ricordare che il ministro Giannini si vanta per il fatto che 63.712 docenti saranno assunti tramite concorso per i prossimi tre anni, e che 1200 dovrebbero essere riservati all’Abruzzo, Vacca fa due semplici calcoli. Saranno dunque assunti circa 21 mila docenti all’anno, 400 per l’Abruzzo: una cifra, per il capogruppo M5S in Commissione Cultura alla Camera “a stento sufficiente a coprire il normale turn over della scuola, e che tuttavia non tiene conto né delle cattedre ancora scoperte, né del fatto che molte previsioni parlano dal 2017-2018 di un’ondata straordinaria di pensionamenti nel comparto istruzione. in questo quadro, dunque, l’organico scolastico non verrà rinforzato, ma ridotto, e le cattedre senza docenti aumenteranno notevolmente”.
Vacca osserva inoltre che “La platea complessiva dei partecipanti al concorso, vale a dire gli abilitati con molti anni di supplenza, sarà almeno di circa 200 mila docenti. E per quel che riguarda i due terzi degli insegnanti che non saranno stabilizzati? Non una parola da parte di Giannini. Saranno dunque abbandonati al loro destino?”

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Scuola in Abruzzo, Vacca (M5s): “A rischio migliaia di cattedre”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*