Sanità, la ASL di Pescara per i ragazzi depressi

Ragazzi-depressi-Renato-Cerbo-ASL-Pescara

Sanità, la ASL di Pescara per i ragazzi depressi. Dal 1° settembre entrerà in funzione uno sportello d’ascolto dedicato all’adolescente in difficoltà e alla sua famiglia. L’iniziativa è del Reparto di Neuropsichiatria Infantile diretto dal dottor Renato Cerbo.

In Italia il numero di adolescenti in condizioni di disagio psicologico, che potenzialmente può sfociare in un disturbo vero e proprio, rappresentano il 7-8% della popolazione giovanile.  Molti di loro rischiano di perdersi, mostrare segni di disagio e sviluppare dei quadri di conclamata psicopatologia. In loro soccorso, in provincia di Pescara, in linea con quanto disposto anche dal Piano Sanitario Nazionale, l’Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile ha attivato un servizio dedicato agli adolescenti, di età compresa fra i 12 ed i 18 anni, e alle loro famiglie.

“Vogliamo individuare precocemente la presenza di fattori di rischio psicopatologico e attivare tempestivamente percorsi diagnostico – terapeutici nelle situazioni patologiche, anche collegandoli con i servizi della ASL e con gli istituti scolastici” – ha spiegato il direttore della Neuropsichiatria Infantile pescarese, Renato Cerbo.

Per accedere al servizio bisogna contattare il numero telefonico 085  4252842/3 nelle giornate di lunedì e di giovedì dalle ore 15 alle 17.

 

 

Sii il primo a commentare su "Sanità, la ASL di Pescara per i ragazzi depressi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*