Mal’Aria Legambiente, dal dossier conferme negative per Pescara

puzza-mascherina-inquinamento-ev

Nell’annuale dossier “Mal’Aria” di Legambiente anche l’Abruzzo conferma le sue criticità con Pescara al 35° posto tra le città che hanno superato la soglia limite di polveri sottili in un anno.

In particolare il dato negativo riguarda la centralino di Via Sacco con 50 giorni di superamento annui.
Il dossier annuale di Legambiente sull’inquinamento atmosferico e acustico nelle città conferma in generale le elevate concentrazioni delle polveri sottili, dell’ozono e del biossido di azoto.

Delle 90 città monitorate nella campagna “PM10 ti tengo d’occhio”, nel 2015 ben 48 (il 53%), hanno superato i 35 giorni di sforamento consentiti di Pm10. Le situazioni più critiche si sono registrate a Frosinone. Pescara è al 35° posto con 50 giorni di superamento. Il Veneto è la regione con la più alta percentuale di centraline urbane monitorate ad aver superato il limite dei 35 giorni consentiti (92%). In Abruzzo Teramo ha registrato 7 giorni di superamento, L’Aquila 2.

“Per Legambiente “per contrastare in maniera efficace l’inquinamento atmosferico, è indispensabile un cambio di passo nelle politiche della mobilità sostenibile, potenziando il trasporto sul ferro, l’uso dei mezzi pubblici e la mobilità nuova, e rendere così le auto l’ultima delle soluzioni possibili per gli spostamenti dei cittadini”. A Pescara – dichiara Giuseppe Di Marco, Presidente di Legambiente Abruzzo – è arrivato il momento di affrontare il problema con delle soluzioni a lungo termine che tengano conto non solo dell’assetto della mobilità cittadina, ma anche delle criticità legate alle attività produttive come il sansificio che hanno creato disagi e preoccupazione”. Non è accettabile che davanti a questa situazione ormai cornica ci sia un comune fragile che come dimostrato nel caso delle targhe alterne, per quanto non sia stata la soluzione più auspicabile, ha fatto un passo indietro dopo una sola settimana dal provvedimento. Ci auguriamo che nel consiglio comunale straordinario in programma a Pescara per il primo febbraio sullo smog vengano prese decisioni lungimiranti e attente”.

 

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Mal’Aria Legambiente, dal dossier conferme negative per Pescara"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*