Legnini, ergastolo ostativo: “Come cittadino sono contrario”

Legnini GiovanniLegnini Giovanni

Sulmona. Spiraglio aperto dal Vice Presidente del CSM Legnini:  “Su ergastolo ostativo sono contrario, come cittadino”. Plauso di Rita Bernardini e dei radicali.

Questa la dichiarazione del vice presidente del CSM Giovanni Legnini a Sulmona, durante una manifestazione nel carcere di Via Lamaccio:

“Non ho nessuna difficoltà ad aggiungermi, perché ne sono convinto da tempo, a coloro che sono contrari, e anche io sono contrario, all’ergastolo ostativo. Lo dico perché penso che tutti, parlo da cittadino e non impegno la mia funzione, abbiano il diritto ad avere una speranza”.

Legnini è intervenuto alla premiazione dei detenuti che hanno realizzato 21 dipinti per raccogliere fondi per un villaggio africano del Togo. L’iniziativa è sostenuta dal comico abruzzese ‘Nduccio. Insieme a Legnini erano presenti il sindaco di Sulmona, Peppino Ranalli, il presidente del tribunale, Giorgio Di Benedetto e il procuratore della Repubblica di Sulmona, Giuseppe Bellelli.

Presenti anche il direttore di Radio Radicale Alessio Falconio e l’esponente radicale Rita Bernardini, candidata alla carica di Garante dei detenuti in Abruzzo, che ha dichiarato:

“Dopo il capo del Dipartimento Amministrativo Penitenziario, che si pronunci anche il vicepresidente del Csm sull’abolizione dell’ergastolo ostativo mi sembra qualcosa di istituzionalmente molto importante. E’ chiaro che Giovanni Legnini l’ha fatto a titolo personale, perché non può investire tutti gli altri – ha proseguito Bernardini – però ha un grande significato”.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Legnini, ergastolo ostativo: “Come cittadino sono contrario”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*