Consiglio regionale Abruzzo: la seduta dopo il rimpasto

Oggi la prima seduta del Consiglio regionale in Abruzzo dopo la pausa estiva e le fibrillazioni in maggioranza che hanno portato al rimpasto nella giunta D’Alfonso.

 

 

Da valutare la tenuta della maggioranza di centrosinistra dopo il chiarimento con i tre “ribelli” che avevano bloccato le precedenti sedute con la loro assenza, creando tensioni in particolare sulla legge di sostegno all’Istituzione sinfonica regionale, che torna in commissione.

All’ordine del giorno dell’aula una serie di interpellanze e interrogazioni.
Si passa poi all’esame dei progetti di legge: “Norme in materia di gestione dei corsi d’acqua”, “Disciplina delle Cooperative di Comunità”, “Istituzione della banca della terra d’Abruzzo”, “Modifiche al Testo Unico in materia di sistemi di trasporto a mezzo di impianti a fune, o a essi assimilati, piste da sci ed infrastrutture accessori”, “Destinazione del complesso immobiliare ‘Autoporto di Castellalto’ e modifiche alla legge regionale sull’intermodalità regionale”, “Modifiche alla disciplina sulla raccolta, commercializzazione, tutela e valorizzazione dei tartufi in Abruzzo”, “Disposizioni per il riordino delle funzioni amministrative delle Province in attuazione della Legge 56/2014”, “Disposizioni in favore dei soggetti con disturbi specifici di apprendimento (DSA)”. E’ prevista anche l’elezione del Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale. Intanto la seduta é stata aggiornata alle 18.30

 

 

Sii il primo a commentare su "Consiglio regionale Abruzzo: la seduta dopo il rimpasto"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*