Castricone: Lagatta mente su Bussi, e nel 2013 contestò Goio

Non si spegne lo scontro politico sul futuro di Bussi. Castricone (PD) difende dagli attacchi del Sindaco l’emendamento per far finire il commissariamento.

Nella proposta emendativa alla legge di stabilità alla Camera, i deputati del PD chiedono che termini la fase commissariale nella gestione del sito di Bussi che, spiega Castricone “Non ha prodotto il minimo risultato in dieci anni, totalmente persi senza alcuna soluzione. E suona davvero curioso che a difendere Goio sia adesso proprio il Sindaco di Bussi che sin dal 2013 lo riteneva inadeguato a risolvere il problema. Il sindaco continua a dire falsità” -prosegue il deputato abruzzese- “come quella che la nostra iniziativa metterebbe a rischio i fondi già disponibili. Si tratta di risorse invece messe in sicurezza in un apposito capitolo speciale finanziario. La vera svolta per Bussi sarà la conclusione di questa fase di stallo ed il ritorno della governance nelle mani delle autorità statali ordinarie a partire dal ministero dell’ambiente: i fondi ci sono da tempo è ora il momento di risolvere concretamente i problemi invece di… sparare a salve.

Le dichiarazioni di Castricone:

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Castricone: Lagatta mente su Bussi, e nel 2013 contestò Goio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*