Bussi, ambientalisti: “Goio bocciato anche dal suo Governo, vada a casa”

bussi

L’accordo di programma con Solvay a Bussi, affossato dal Governo stesso, è l’ennesimo flop in 10 anni di commissariamento. Il comitato Bussiciriguarda rilancia la richiesta di mandare a casa Goio.

“Non conosciamo nel dettaglio le ragioni per cui il ministero dell’ambiente ha stroncato l’accordo di programma per Bussi con la Solvay proposto dal sindaco Lagatta e dal Commissario Goio, ma credo coincidano in gran parte con le nostre”. Così Edvige Ricci del comitato Bussiciriguarda alla trasmissione “Il Fatto” di Rete8 commenta l’ennesimo fallimento di una soluzione per il caso-Bussi. “Non comprendevamo come la Solvay, tenuta come ogni privato per legge a bonificare le proprie aree, possa farlo attingendo al fondo governativo dei 50milioni, ma la cosa che ci allarma di più è ancora una volta la totale assenza dei sindaci del comprensorio e delle province nelle scelte decisive per il destino della Valpescara.  Solo Lagatta, anche se non tutte le sue scelte sono condivisibili, almeno qualcosa prova a fare…. ma gli altri? il Commissario Goio -sottolinea la Ricci- festeggia intanto ormai il decennale della sua incapacità a risolvere il problema, ma è l’alibi perfetto per il silenzio colpevole degli amministratori locali. Ieri è stato bocciato dal suo stesso Governo. Sarà sempre troppo tardi quando… si ritirerà ad occuparsi dei suoi nipotini.”

Il servizio del Tg8:

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Bussi, ambientalisti: “Goio bocciato anche dal suo Governo, vada a casa”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*