Botti vietati a San Giovanni Teatino

botti

Botti vietati a San Giovanni Teatino. Il sindaco Luciano Marinucci ha firmato una ordinanza.

Botti vietati a San Giovanni Teatino.Il Sindaco Luciano Marinucci ha firmato l’ordinanza che vieta l’uso di giochi pirotecnici sul territorio comunale. Il provvedimento vieta l’accensione, il lancio , lo sparo e l’utilizzo di materiale pirotecnico così come l’accensione di fuochi, fiamme libere, pire, roghi o altro su suolo pubblico e nei luoghi aperti al pubblico che si trovano sull’intero territorio comunale. Gli agenti di Polizia Municipale effettueranno controlli affinchè l’ordinanza che è stata trasmessa anche al Prefetto e alla Questura di Chieti, venga rispettata. I vigili urbani potranno sequestrare il materiale pirotecnico e punire i trasgressori con sanzioni amministrative pecuniarie che vanno da un minimo di 50 a un massimo di 500 euro. Il sindaco Marinucci afferma che anche quest’anno ha voluto prestare attenzione al disagio espresso da molti cittadini per l’uso incontrollato di fuochi e, in particolare in questi giorni, di botti e spari che sono pericolosi non soltanto per chi li utilizza, ma provoca stress  ad anziani, bambini e soggetti cardiopatici. Lo scoppio di petardi, inoltre, determina una serie di conseguenze negative per gli animali domestici che perdono l’orientamento e rischiano di smarrirsi o di essere investititi. Il Sindaco ricorda che l’ordinanza ha lo scopo di regolamentare l’uso di fuochi d’artificio e botti affinchè tutti possano festeggiare l’arrivo del nuovo anno in sicurezza e serenità”.

 

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Botti vietati a San Giovanni Teatino"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*