Pannella, nuovo digiuno per la giustizia

Amministrazione della giustizia e problemi dell’universo carcerario alla base dell’ennesimo digiuno di Marco Pannella. Il leader radicale da mezzanotte di domenica in sciopero della fame e della sete.

Dalla mezzanotte di ieri, domenica, Marco Pannella non mangia e non beve. la decisione del leader radicale è motivata dalla necessità di una riflessione sull’amministrazione della giustizia e sulla gestione delle problematiche delle carceri. L’iniziativa nonviolenta viene affrontata “per il rispetto e il diritto della legalità, per la giustizia, i processi e i problemi legati al mondo carcerario” e ha ha come obiettivo quello di “sostenere e aiutare le difficili funzioni dei massimi organi istituzionali”. Pannella ha ricordato il messaggio rivolo alle Camere nell’ottobre del 2014 dall’allora presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano e aggiunge che i Radicali vogliono aiutare l’attuale Presidente Mattarella e il premier Renzi perché comunichino cosa intendono fare per ottemperare ai moniti, sempre più attuali, di quel messaggio.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Pannella, nuovo digiuno per la giustizia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*