3000 euro, Cantone da Pescara: “Sono contrario”

Il presidente dell’Autorità anticorruzione a Pescara interviene sulla soglia dei contanti a 3000 euro. Cantone: “Sono e resto contrario”.

Raffaele Cantone era tra gli ospiti della seconda e ultima giornata de “La Repubblica delle idee” a Pescara.

“Sono contrario, e l’ho detto in altra occasione, all’innalzamento a 3000 euro della soglia per l’uso del contante. Così come la riduzione a 500 euro non ha eliminato l’evasione fiscale. Sono pannicelli caldi. Così non si fa lotta all’ evasione, c’è bisogno di stabilità normativa”. Cantone ha aggiunto: “Non credo che l’aumento sia di per sé sbagliato, è l’ essere arrivati a 500 e risalire a 3000 che dà l’ impressione che purché si spenda, va bene. La questione è che ogni anno le norme vengono sistematicamente cambiate, ma non si può fare questo solo per risolvere problemi di bilancio”

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "3000 euro, Cantone da Pescara: “Sono contrario”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*