L’Aquila, contestata delibera per i morosi dei Map

A L’Aquila, contestata la delibera per i morosi dei Map e del Progetto Case: secondo l’opposizione non andava approvata.

Ad accusare la giunta comunale di averla licenziata in maniera irregolare, senza la firma del vicesindaco o dell’assessore al bilancio, è il consigliere Giorgio De Matteis, che insieme all’opposizione solleva dubbi sull’operato dell’amministrazione dell’Aquila. Il riferimento è alla delibera di giunta relativa alla transazione tra Comune e Banca Sistema per il pagamento delle utenze insolute nelle abitazioni del Progetto Case e dei Map. L’opposizione in consiglio comunale contesta alcune presunte irregolarità che, a suo dire, potrebbero far arrivare il caso alla Corte dei Conti.

“Poiché si tratta di debiti fuori bilancio e di una transazione – dice De Matteis – la cosa andava prima sottoposta al vaglio dei revisori dei conti, poi portata all’attenzione dell’aula consiliare”.

De Matteis definisce l’operato del sindaco Cialente “follia amministrativa e di sciatterria” e cita un’altra presunta anomalia: le somme andavano inserite nel bilancio e ora, non avendolo fatto, il Comune rischia di avviarsi verso il default. Pronta la risposta dell’assessore al bilancio Lelio De Sanctis, secondo il quale non c’è alcun profilo di irregolarità.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, contestata delibera per i morosi dei Map"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*