Pescara vuole Valoti. Sebastiani su Donnarumma

Il Pescara stringe per Valoti. Zampano e Galano: giornata interlocutoria. Sebastiani spiega la cessione di Donnarumma

In fase avanzata la trattativa per l’ingaggio di Mattia Valoti, classe ’93, di proprietà del Verona, ex Albinoleffe e Milan. Le parti si aggiorneranno lunedì. Questa la probabile formula: prestito secco con valorizzazione. Giornata, invece, interlocutoria per Zampano e Galano: l’ostacolo è l’ingaggio, ma restano obiettivi caldi. C’è distanza, a dire il vero non più enorme, col terzino di proprietà del Verona con cui esiste già l’accordo per il passaggio a titolo definitivo( circa 1 milione di euro compreso il difensore centrale uruguaiano Gonzalez). Tre le alternative a disposizione del Pescara: Del Prete classe ’96 del Catania( sarebbe un ritorno9, Conti classe ’94, ex Perugia e Lanciano, di proprietà dell’Atalanta oppure Raffaele Pucino classe ’91, già biancazzurro nella stagione trascorsa, in quota al Chievo. Stesso problema, ovvero l’ingaggio, per il fantasista del Bari, classe ’91, Cristian Galano, che non intende rinnovare il rapporto col club pugliese in scadenza il prossimo anno. E’ il gioco delle parti. Tra l’altro il Bari ha già messo a segno per il reparto avanzato un colpo importante: Gianluca Sansone, classe ’87, prelevato dalla Sampdoria lo scorso anno in prestito al Bologna. I dirigenti del Delfino sono in attesa del placet(una formalità, così, pare) della Lazio per Luca Crecco, centrocampista del ’95 che ha collezionato 34 presenze in serie B nella Ternana. Arriverà in prestito con diritto di riscatto e contro riscatto a favore del club capitolino. In uscita, Gianluca Barba, centrocampista classe ’95 acquistato dall’Atalanta nell’ambito dello scambio con il diciottenne attaccante Denis Di Rocco, è stato girato in prestito al Pro Piacenza squadra nella quale Barba ha militato lo scorso anno in Lega Pro( 17 presenze e un gol). Per l’attacco, Diego Falcinelli, classe ’91, del Perugia, ex Lanciano, è più di un’idea. Per la difesa, i dirigenti accarezzano il sogno del ritorno del polacco Salamon dalla Sampdoria.  A proposito, invece, di attaccanti, il Presidente del Pescara Daniele Sebastiani spiega, così, la cessione a titolo definitivo di Alfredo Donnarumma al Teramo

“Abbiamo accontentato la volontà del calciatore che voleva fortissimamente tornare a Teramo dove, finora, ha disputato la sua migliore stagione da professionista. Non ci sono misteri. E poi, tra me e il Presidente Campitelli c’è un rapporto, ma lo sapete, di profonda stima e amicizia. Tra l’altro sull’eventuale vendita di Donnarumma, ci siamo assicurati il 30%. Ma a prescindere da questo dettaglio, era giusto accontentare la richiesta del calciatore. Abbiamo reso felice lui e il Teramo. Per il resto, abbiamo idee chiarissime. Arriveranno gli elementi giusti. Il mercato è lungo”.

 

Sii il primo a commentare su "Pescara vuole Valoti. Sebastiani su Donnarumma"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*