Pescara Ascoli, parola ai protagonisti

Pescara Ascoli, Biancazzurri spenti nel corso del primo tempo. Reazione in una emozionante ripresa. Termina 2-2, la voce dei protagonisti:

Benali

“Primo tempo inguardabile. Se entri in campo così è giusto che non vinci la partita. Siamo entrati in campo male, a Cagliari invece con l’atteggiamento giusto.”

Massimo Oddo

“Almeno c’è stata la reazione nella ripresa. Sono deluso perché vuol dire che siamo immaturi. Non è possibile che coraggio e prestazione mentale non siano state rimesse in campo come la scorsa settimana. Avevo preannunciato che sarebbe stata una partita diversa. Siamo entrati in campo male. Se tutte le scelte dell’allenatore fossero azzeccate, la squadra vincerebbe tutte le partite. Cambiamento in 7 giorni che nel calcio succede e succede alle squadre immature. Atteggiamento mentale sbagliato. La reazione c’è stata, abbiamo preso una schiaffo e abbiamo poi reagito. La prestazione tecnica si può sbagliare, ma quella mentale no! Per martedì mi auguro il Pescara degli ultimi 30 minuti.”

Cappelluzzo:

“Siamo entrati in campo non con l’atteggiamento giusto. Io sono a disposizione della squadra, sono stato convinto di rimanere qua”

Sebastiani

“Loro non hanno fatto nulla ma noi abbiamo fatto meno. Io non sono deluso, guardo sempre il bicchiere mezzo pieno. Guardiamo le cose positive, tipo Cappelluzzo. Forse questa gara è sfuggita di mano a qualcuno… non l’ho diretta io! Per la prossima partita cerchiamo di sfruttare il periodo, ma non ci siamo solo noi nel campionato. Per me non è un problema di immaturità, bisogna essere più cattivi”

Mangia

“I ragazzi sono stati bravi, ho fatto quella scelta per limitare il Pescara quando era in possesso palla. Sul finale l’unica cosa che posso dirvi di aver visto è Del Fabro con un taglio sul naso, ma non mi piace parlare delle cose che non vedo. Sono contento della prestazione.

 

Clicca qui per il commento della partita

Qui per la web cronaca

Sii il primo a commentare su "Pescara Ascoli, parola ai protagonisti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*