Prova tv Zampano, il club non ci sta

Prova tv Zampano. Due giornate di squalifica al difensore. Il Delfino non ci sta. Preannuncio di reclamo e ricorso. Venerdì si pronuncerà la Corte d’Appello Federale.

Dunque, due turni di stop, si legge nel dispositivo, “per condotta gravemente antisportiva del difensore che ha impedito la realizzazione di una rete colpendo volontariamente il pallone con la mano sinistra”. Episodio sfuggito a Irrati di Pistoia arbitro del match Genoa- Pescara.

In parole povere, ci sarebbe l’aggravante del dolo. In realtà le immagini, nel video, sono chiare: alla deviazione di Ocampos che anticipa Crescenzi, Zampano si oppone col corpo, nella fattispecie con la coscia e subito dopo il pallone carambola sulla mano sinistra. Un gesto istintivo che stride fortemente con la “condotta gravemente antisportiva” come scritto sul comunicato del giudice sportivo e, quindi, col concetto di dolo.

Il Pescara ha già inoltrato preannuncio di reclamo. Entro la giornata di oggi, la società riceverà tutti gli atti del provvedimento. Quindi presenterà il ricorso che sarà discusso venerdì davanti alla Corte d’Appello Federale.

News squadra. Contro il Chievo, partita in programma all’Adriatico, sabato alle ore 18, certe le defezioni di Gyomber, Coda, Bahebeck e Pepe che per un fastidio al ginocchio non sarà rischiato. Ieri non si è allenato Crescenzi per una contusione alla coscia rimediata nel corso della sfida di Genova. Stamane seduta di allenamento a Montesilvano.

Nel video, la scheda sulla decisione del giudice sportivo, con prova tv, di squalificare Zampano per due giornate. La società ricorre. Le parole del difensore.

 

Sii il primo a commentare su "Prova tv Zampano, il club non ci sta"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*