Pescara Udinese, le voci del 91′

Pescara Udinese. Soliti errori, ennesima sconfitta, ventunesima sul campo in 28 partite. Dopo un discreto primo tempo, avvio di ripresa da brividi. Finisce 3-1.

Pronti via indisponibile anche Caprari( martedì esami strumentali). Dentro Mitrita. Dopo 5′ causa infortunio fuori Stendardo per un pestone al collo del piede. Al suo posto Fornasier. Marcatori: Zapata, Jankto, Thereau e Muntari.

Le voci dei protagonisti

Michele Fornasier

“Solite distrazioni, soliti errori. La cosa certa è che continueremo a lottare. Mancano attenzione e cattiveria. Lo ha ribadito lo stesso allenatore a fine partita. Non ci sono scusanti”.

Zdenek Zeman

“Un’occasione sprecata. Peccato. Dobbiamo cercare di sfruttare le altre. La squadra non può essere serena. Cerco di motivarla. Sulle fasce Zampano e Biraghi hanno fatto bene. Gli esterni devono muoversi di più. Fino a quando non c’è la matematica non riesco a pensare al futuro. A noi manca un riferimento come Gilardino. Stessa cosa dicasi per Bahebeck. A centrocampo Cubas è bravino ma troppo leggero. Vorrei fare qualcosa anche quest’anno senza provini. Il futuro può attendere”.

Luigi Del Neri- all. Udinese

“Vittoria importante dopo un periodo non esaltante sul piano dei risultati. Il Pescara ha pagato l’assenza di Caprari. Anche io lo scorso anno col Verona non ho mollato. In 10 partite può accadere di tutto. Vietato rassegnarsi. È un augurio anche se la situazione è oggettivamente difficile. Zeman è la persona più adatta a risollevare il Pescara”.

Nel video, l’intervista al Presidente Sebastiani che annuncia “Non siamo interessati all’offerta di Iannascoli”

 

Sii il primo a commentare su "Pescara Udinese, le voci del 91′"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*