Pescara Napoli, la voce dei protagonisti

Pescara Napoli. Primo tempo da sogno. Partenopei in grande difficoltà. Situazione ribaltata nella ripresa. Finisce 2-2. È un punto d’oro. Mercato: ingaggiato Simone Pepe.

Pepe, classe ’83, cresciuto nella Roma ha giocato nel Teramo, aveva appena 19 anni, nella stagione 2002-03 in serie C1( 31 presenze e 11 gol). Quindi una grande carriera tra Udinese, Palermo, Piacenza, Juve, Chievo, con 23 presenze in nazionale.

Marcatori: Benali e Caprari nella prima frazione. Doppietta di Mertens in tre minuti nei secondi 45. In occasione del 2-2 clamoroso il “buco” di Coda. Poi, l’arbitro Giacomelli di Trieste prima assegna un rigore( intervento scomposto di Zuparic su Zielinski), poi cambia decisione dopo un consulto con Rocchi giudice di porta probabilmente per un fallo subito da Bizzarri ad opera di Albiol.

Hamsik

“Nel primo tempo il Pescara ha giocato bene ma noi eravamo messi male, troppo lunghi, tutt’altro che compatti. Nella ripresa non c’è stata partita. Peccato perché avremmo potuto vincere. Sul rigore prima assegnato poi negato ? Francamente inspiegabile”.

Oddo

“Abbiamo fatto un grandissimo primo tempo. Nella ripresa il Napoli è venuto fuori. Abbiamo accusato un calo fisico, ma ci siamo difesi bene. Il pari è arrivato per un infortunio del singolo. Sul rigore c’era  un fallo sul portiere. Abbiamo chiuso per Simone Pepe ex Juventus, lo scorso anno al Chievo. Sono molto contento per questo.

Bizzarri

“Il giudice di porta è stato molto bravo perché ha giustamente segnalato un fallo commesso sul sottoscritto da Albiol. Era evidente. Abbiamo fatto una bella figura. È quello che conta”.

Sebastiani

“Sono molto contento. Ottima prestazione. Confermo l’ingaggio dell’ex Juve Simone Pepe. Lapadula?  Non scherziamo. Il Milan ha investito 9 milioni. È solo una suggestione. Bahebeck è un nostro giocatore. Oggi è arrivato. Ha conosciuto i suoi nuovi compagni di squadra. Ci darà una grande mano”.

 

 

Sii il primo a commentare su "Pescara Napoli, la voce dei protagonisti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*