Pescara Crotone, la vigilia di Oddo

Pescara Crotone. Domani partita di cartello all’Adriatico. Arriva la capolista del campionato. Biancazzurri al gran completo. Per Oddo l’imbarazzo della scelta

“È vero. Tutti a disposizione tranne Bunoza. In realtà devo verificare le condizioni di Campagnaro che nelle ultime due sedute si è allenato a parte. Niente di che. Dovrebbe esserci. Per il resto, scegliere non sarà facile. Stanno tutti bene. Affronteremo una squadra che gioca a viso aperto. Corsa e agonismo le caratteristiche principali del Crotone che sviluppa molto bene anche la manovra. Conosco Juric. A Genova, due anni fa, allenava la “primavera”. Io guidavo gli “allievi” B. Andavo a vedere le partite della sua squadra. Un ottimo rapporto. È un grande professionista che insegna calcio. Dovremo stare attenti alla fase di uscita, quando cioè andremo ad impostare il gioco. Sono molto aggressivi. Non mi aspettavo di certo l’exploit dei calabresi che, tuttavia, meritano ampiamente il posto che occupano. Le turbolenze societarie non ci toccano. Quello che accade fuori non incide minimamente sulla testa dei giocatori. Non posso esprimere valutazioni. Dispiace, sul piano umano, che possano esserci degli attriti. Sono cose che succedono a tutte le latitudini, non solo a Pescara”.

Le probabili scelte : forse Benali alle spalle del tandem Caprari- Lapadula, come già accaduto a Trapani. In questo caso, ancora ai margini Cocco. In mediana torna Memushaj. Verre e Mandragora a completare il reparto. Dirige Pinzani di Empoli

Sii il primo a commentare su "Pescara Crotone, la vigilia di Oddo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*