Pescara calcio, tra Budimir e Gilardino

Pescara calcio. Dopo Stendardo, anche Bovo. Ora l’attacco: Leone incontra Pradè per Budimir. Tentativo per Gilardino che si svincola dall’Empoli. Carmona al Palermo.

In mattinata è previsto un nuovo vertice tra Daniele Prade’ e Luca Leone. I direttori di Sampdoria e Pescara parleranno del croato Ante Budimir in uscita dal club blucerchiato. Il problema sembra essere rappresentato dall’ingaggio. Si cercherà una soluzione. Sempre viva la pista Gilardino. Addio certo tra l’Empoli e l’attaccante che risolverà il rapporto col club toscano. Il Delfino ci proverà. Per il centrocampo, il cileno Carmona, in uscita dall’Atalanta, sta per accordarsi col Palermo.

Può tornare Mandragora. Entro il 10 gennaio, il calciatore campano si sottoporrà ad una visita di controllo al piede operato due volte nel breve volgere di qualche mese. La Juventus ha intenzione di fargli giocare un paio di partite del campionato “primavera”. Se Mandragora darà risposte positive sul piano fisico sarà girato in prestito al Delfino.

In uscita, il portiere Pigliacelli in prestito al Trapani, il giovane capitano della “primavera” Francesco Mele classe ’98 al Torino in prestito con diritto di riscatto e l’attaccante Luca Forte, classe ’94, reduce dal prestito di Teramo viene girato con la stessa formula al Carpi.

Per il video, intervista a Stendardo, clicca qui

Sii il primo a commentare su "Pescara calcio, tra Budimir e Gilardino"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*