Pescara calcio, si lavora per un grande ritorno

Come già anticipato, la Pescara calcio sta lavorando per un grande ritorno: Salamon dalla Samp a titolo definitivo.

Un milione di euro l’offerta del Delfino. La Sampdoria chiede, invece, il doppio. Si tratta. Importante se non fondamentale la mediazione di Mino Raiola, agente del calciatore polacco che, aspetto tutt’altro che irrilevante, tornerebbe a Pescara di corsa. Naturalmente bisognerà aspettare, ma la trattativa per il ritorno di Salamon in biancazzurro potrebbe decollare da un momento all’altro. C’è, dunque, la volontà di fare un sacrificio importante per un calciatore senza dubbio di alto profilo. Questione attaccante: Boakje dell’Atalanta rimane la prima scelta. Il calciatore ganese non vuole, però, scendere di categoria. Le alternative: Diego Falcinelli che, tuttavia, Di Francesco tecnico del Sassuolo tiene in debita considerazione, e Francesco Caputo, la pista, in questo momento, più praticabile per la volontà dello stesso attaccante di andare via da Bari. Quanto a Memushaj, ancora nessun contatto ufficiale con l’Empoli. Per il centrocampista albanese, il Pescara chiede un milione di euro. La sensazione è che alla fine Memushaj resti alla corte di Massimo Oddo che, però, gradirebbe, a prescindere dal capitano, un altro centrocampista. Si è parlato di Laribi che il Sassuolo ritiene incedibile, di Giorgi che sembra intenzionato a rimanere a Bergamo( Atalanta) e Buchel, ex Lanciano, classe ’91 di proprietà della Juventus, assai stimato dal tecnico biancazzurro. Da non trascurare, infine, la pista Galano. Il fantasista che non ha rinnovato col Bari( scadenza 30 giugno 2016), potrebbe essere il colpo di fine mercato.

 

Sii il primo a commentare su "Pescara calcio, si lavora per un grande ritorno"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*