Pescara calcio serie A: festa da brividi !

Pescara calcio serie A. Un autentico delirio. In 50 mila per festeggiare la promozione nel massimo campionato, la sesta nella storia del club. Crescenzi “Devastante!”

Un tripudio di bandiere per tutto il percorso: stadio Adriatico, via D’Avalos, ponte di Capacchietti, Villa Raspa, Largo Madonna, Montesilvano Colle, via Vestina, Corso Umberto di Montesilvano. Punto di approdo in piazza della Repubblica nel cuore della città di Pescara. L’intera rosa, tranne gli assenti Memushaj, Bruno, Campagnaro e Mazzotta, sono saliti sul palco assieme a staff tecnico, dirigenziale e medico. Presente, naturalmente, il Presidente della Lega di serie B Andrea Abodi che ha premiato la squadra per la vittoria del campionato. Una lunga e festosa passerella per Oddo e la sua squadra che hanno regalato ai tifosi la realizzazione di un sogno chiamato serie A.

Le dichiarazioni salienti

Gianluca Lapadula

“Abbiamo fatto qualcosa di straordinario. Mai vissuta un’emozione del genere. Pescara è grandissima”.

Gianluca Caprari

“Per me è la seconda promozione in serie A con questa maglia. L’emozione che sto provando in questi momenti è di gran lunga superiore a quella di 4 anni fa. Resto ? Bisogna parlare col Presidente”.

Massimo Oddo

“Lo scorso anno prima della partita col Livorno, ovvero prima del mio esordio sulla panchina della squadra della mia città, dissi ai ragazzi che il nostro compito era quello di riportare i tifosi, che a Pescara sono il valore aggiunto, in massa allo stadio. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Siete impagabili e io, in questo momento, sono molto emozionato. Vi ringrazio di cuore”.

Alessandro Crescenzi

“Non ci sto capendo niente. Delirio totale, devastante. Mai vissuto un’esperienza del genere. Spero di restare a lungo in questa città. Tifosi incredibili. Gruppo bellissimo”.

Nel video, il servizio sui momenti salienti della festa con interviste ad alcuni dei protagonisti. Il clou in piazza della Repubblica.

Sii il primo a commentare su "Pescara calcio serie A: festa da brividi !"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*