Pescara calcio, ricapitalizzazione prossima

Pescara calcio. Perdite da ripianare( 4.691 milioni di euro) del bilancio chiuso al 30 giugno. Entro la prima decade di aprile la ricapitalizzazione pari a 3 milioni.

Il bilancio chiuso al 30 giugno scorso è stato contestato dall’ex amministratore delegato Danilo Iannascoli che controlla circa il 30% delle quote. Il braccio di ferro è destinato a continuare. La gestione della gestione sportiva 2014-15 è costata 24,7 milioni di euro. I ricavi sono stati pari a 18, 344 milioni. A questi bisogna aggiungere alcune plusvalenze realizzate nella prima fase del mercato estivo. La differenza è di 4,691 milioni di euro, ovvero la perdita d’esercizio assorbita in parte grazie al fondo di riserva( pari a 2,3 milioni di euro), in parte attraverso l’erosione del capitale sociale sceso da 5,5 milioni di euro a 3,2 milioni di euro. All’inizio di aprile i soci dovranno ricostituire il capitale.

Nel video l’intervista a Cristian Pasquato

Sii il primo a commentare su "Pescara calcio, ricapitalizzazione prossima"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*