Pescara calcio, prova d’orgoglio e non solo

Pescara calcio. Finalmente una partita di calcio. Crescita evidente sul piano atletico. Ora, si può dare un senso al finale di stagione. Ma quanti rimpianti !

La sosta ha dato i suoi frutti. Progressi tangibili sotto il profilo della condizione. È piaciuto il coraggio. Il Pescara ha provato a vincerla ribattendo colpo su colpo soprattutto nella ripresa. Non solo orgoglio. Anche giocate apprezzabili. Il pubblico si è divertito a prescindere dalla giornata non eccezionale del Milan che, però, è complesso di spessore. Il merito è stato principalmente di Memushaj e compagni. Tatticamente bene la squadra di Zeman a cui, lo ribadiamo, non é stato chiesto il miracolo. Il boemo ha trovato solo macerie. Va rispettato perche’ ci ha messo la faccia quando avrebbe potuto tranquillamente soprassedere, non accettare la proposta e rinviare tutti i programmi a giugno. È un dato di fatto inoppugnabile. Gli errori, gravi, sono stati fatti in estate e a gennaio. Tutto il resto è consumo di parole, aria fritta. E se il cambio fosse stato fatto a tempo debito…di qui i rimpianti, legittimi e fondati. Ma ormai lo ripetiamo, purtroppo, da un bel po’.

Nel video, scheda Pescara- Il punto

Sii il primo a commentare su "Pescara calcio, prova d’orgoglio e non solo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*