Pescara calcio, parola a Oddo

Pescara calcio. Tre partite in sette giorni. Due in casa, sabato prossimo e martedì 1 marzo, contro Ascoli e Trapani. Quindi, trasferta di Vercelli. Parla Oddo

“Ho rivisto le azioni dei gol per verificare gli errori commessi. Nel calcio non vince sempre chi fa meglio. Il Cagliari è stato più concreto ma anche più fortunato. Loro hanno avuto due fiammate. Noi abbiamo costantemente attaccato. Siamo stati puniti oltre modo. È la prima volta che non concretizziamo. È stato un caso. Pochi errori difensivi. Sul primo gol è stato un errore tattico. Sul secondo soprattutto casualità. Mandragora era momentaneamente fuori. Cosa ha fatto la differenza ? Il Cagliari ha concretizzato, noi no. Contro l’Ascoli ci saranno altre difficoltà. Sono ancora più convinto di prima che potremo centrare l’obiettivo senza passare per i play off. L’arbitro ? Sono coerente. In qualche caso ci è andata bene. Quindi nulla da dire. In dubbio Campagnaro. Non voglio mettergli fretta. Coda e Fornasier sono recuperati. Anche Mandragora sta bene. Rolando ha giocato un’ottima partita. Potrei confermarlo nel ruolo di centrale. Dobbiamo vivere alla giornata. Pensare partita per partita. Dobbiamo cercare di recuperare come minimo due punti in quattro partite al Crotone prima dello scontro diretto. Quello che è successo all’aeroporto dopo la beffa di Cagliari è stato molto bello e significativo. Secondo me c’è un grande accanimento nei confronti della difesa. Zuparic è stato bravo. Un solo errore da parte del croato quando gli è sfuggito Melchiorri che poi ha colpito la traversa. In occasione del pareggio maxi compartecipazione. Eravamo posizionati male. Per esempio, a Zuparic non possono essere attribuite responsabilità. Zampano e Torreira avrebbero potuto fare meglio, ma ripeto, nessun processo ai difensori. Cosa dovrebbe dire allora Rastelli per tutto le occasioni che abbiamo creato ?”. Nel video il servizio con le dichiarazioni rilasciate oggi da Massimo Oddo

 

 

 

Sii il primo a commentare su "Pescara calcio, parola a Oddo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*