Pescara calcio – Organizzazione, solidità e cinismo. Zauri non sbaglia nulla

Pescara calcio. Al “Del Duca” vittoria pesantissima. Zauri non sbaglia nulla. Squadra solida, compatta e spietata. Rischi ridotti al minimo. Porta inviolata. Non è un dettaglio.

E’ la prima volta che accade al cospetto dell’attacco, quello bianconero, più prolifico del campionato con 14 gol. Sul piano tattico biancazzurri inappuntabili. Ascoli limitato nel gioco e nelle individualità di spicco, Ninkovic e Da Cruz, cui non è stata mai concessa la profondità. Insomma, il rinnovato Pescara sembra già funzionare. La nuova veste ( 3 – 5 – 1 – 1 ) ha inciso ma sono stati ancora più importanti applicazione e atteggiamento. Partita di sostanza e carattere. Vis pugnandi e tanta concretezza. Due errori difensivi sfruttati con estremo cinismo. In difesa Campagnaro ha giganteggiato. Fiorillo ha compiuto appena due interventi di cui uno, senza dubbio importante, sul colpo di testa di Troiano. Memushaj vertice basso è l’alter ego di Palmiero ormai prossimo al rientro. L’albanese non è nuovo a questo ruolo e lo ha confermato. Capace di impostare ma soprattutto prezioso in fase di filtro. Come seconda punta, Galano dà qualità e vede ancor meglio la porta avversaria. In questo momento il fantasista foggiano è un fattore. Quattro gol, tutti decisivi. Citazione per Ciofani e Busellato che prima di Ascoli avevano visto il campo pochissimo per scelta tecnica. Il primo ha presidiato la fascia destra con autorevolezza e grande determinazione. Il secondo ( circa 250 presenze in B a soli 26 anni ) ha offerto un contributo rilevante in termini di corsa, acume e sostanza impreziosito dal gol su rigore che lo stesso Busellato si è procurato. In generale, lo spirito giusto. Ora la sosta, provvidenziale per recuperare energie, qualche infortunato ( Palmiero e Kastanos ) e migliorare sul piano dello sviluppo della manovra e, dunque, del gioco. Sarà il prossimo step allo scopo di essere più propositivi.

1 Commento su "Pescara calcio – Organizzazione, solidità e cinismo. Zauri non sbaglia nulla"

  1. Concordo , che c’è stato un cambio di marcia, un approccio deciso alla gara ma, resta la grande mancanza di una punta che garantisca 12/15 gol.
    Se il Pescara trova questo elemento, essenziale, anche quest’anno ridisputerà i PLAY OFF, altrimenti la vedo ….dura !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*