Pescara calcio – Legrottaglie si è guadagnato il posto. Paradossale se…

Pescara calcio. Che partita ! Pordenone dominato. Decisamente un’altra squadra per idea di calcio e mentalità. Legrottaglie si è guadagnato il posto. A dir poco paradossale se accadesse il contrario.

Il Pescara ha seminato molto bene nel primo tempo e raccolto nella ripresa. Modulo elastico : 3 – 4 – 1 – 2 in fase di possesso con Machin trequartista alle spalle del tandem d’attacco Galano – Maniero, 3 – 5 – 2 in fase di non possesso con Machin mezz’ala.

Squadra compatta, pronta sempre ad accorciare in avanti. Spinta continua dei quinti, Zappa a destra, autore di una prestazione e di un gol da urlo, e Del Grosso a sinistra. Recupero alto del pallone. Grande attenzione nella transizione negativa, ovvero quando sono gli avversari a gestire il possesso, laddove, cioè, i biancazzurri hanno spesso manifestato più di un difetto.

Sul piano tecnico le qualità, lo si sapeva, sono indiscutibili. La palla è stata mossa velocemente, altra piacevole sorpresa. In cabina di regia, Palmiero si è alternato con Memushaj. Insomma, un chiaro disegno tattico.

Certo, dopo le dimissioni di Zauri, i giocatori hanno dato il 200%. Accade sovente quado c’è un cambio di guida. La prestazione di ieri è la conferma di quanto fosse logoro il rapporto tra la squadra e il tecnico di Pescina che, da gran signore e senza polemiche, ha preferito farsi da parte.

I meriti di Legrottaglie sembrano evidenti. Ha toccato le corde giuste, rivitalizzato il gruppo e dato qualche concetto di cui abbiamo parlato in precedenza. Ma ora servono verifiche. Di certo l’ex difensore di Juve e Milan si è guadagnato il posto. A dir poco paradossale se accadesse l’esatto contrario.

VIDEO LEGROTTAGLIE

Sii il primo a commentare su "Pescara calcio – Legrottaglie si è guadagnato il posto. Paradossale se…"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*