Pescara calcio, la “prima” un calvario

Pescara calcio. Biancazzurri non pervenuti, mai in partita. Per il Livorno, dopo l’espulsione di Fiorillo, tutto facile.

Subito in dieci, sotto di un gol, è vero, ma Pescara incapace di reagire. Nessun tiro in porta in 90 minuti, fase di non possesso da brividi, neanche una parvenza di filtro in mediana, difesa imbarazzante. Per il Livorno, invece, un esordio scintillante. Quattro gol ( doppietta di Vantaggiato, una rete a testa per Ceccherini e Fedato), un palo, un gol annullato e ripresa di mera accademia. Le tante assenze( ben 11) rappresentano un alibi relativo. Del resto anche il Livorno ha dovuto rinunziare a 8 elementi. “Il campionato comincerà venerdì” (il refrain del dopo partita) quando i biancazzurri opiteranno nell’anticipo della seconda giornata il Perugia di Bisoli che al debutto ha sconfitto al “Renato Curi” il neo promosso Como.

Sii il primo a commentare su "Pescara calcio, la “prima” un calvario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*