Pescara calcio, la carta del ritiro

Pescara calcio. Da questo pomeriggio squadra in ritiro a Roma. Sui calci da fermo, Oddo passa alla marcatura a uomo. Tra i pali Aresti al posto di Fiorillo.

“Ritiro tutt’altro che punitivo- ha spiegato Oddo- è solo un’opportunità per stare insieme e lavorare di più sugli errori. Sarà importante guardare i video per analizzare ciò che si sbaglia. Passeremo alla marcatura a uomo. In questo modo ogni singolo sarà responsabilizzato. Resto della convinzione che la nostra difesa può marcare tranquillamente a zona. Non sono, tuttavia, un testardo. L’importante è migliorare. Nulla è compromesso. Continuo a credere ciecamente nelle possibilità di questo organico. Basta una vittoria. Poi non ci fermeremo più. Tra i pali potrebbe esserci l’avvicendamento Fiorillo- Aresti”.

Contro la Ternana certe le defezioni dei “nazionali” Mandragora, Memudhaj e Vitturini. Squalificato Caprari. A disposizione Verde e Cappelluzzo che rientreranno dalla nazionale under 20 nella serata di domani, al massimo venerdì mattina. Campagnaro rimane un punto interrogativo. Ieri ha svolto differenziato. Sull’argomento ieri Oddo è stato molto chiaro

“Sta diventando un alibi per gli altri difensori. Adesso basta. Io se fossi un calciatore tirerei fuori l’orgoglio. Senza Campagnaro non possiamo più scendere in campo? Non credo proprio. Non sappiamo se e quando rientrerà. È inutile pensarci. I difensori devono tirare fuori gli attributi e dimostrare che possono tranquillamente sopperire all’assenza di un giocatore importantissimo come Hugo”.

Tra gli umbri che lunedì hanno sbancato Avellino (0-2) assente Valjent per squalifica. In ogni caso sarebbe stato impegnato con la nazionale under 21 slovacca. La Ternana è la squadra che ha raccolto meno pareggi: appena 4. 12 vittorie e ben 16 sconfitte. Ha fatto peggio solo il Modena( 17).

Sii il primo a commentare su "Pescara calcio, la carta del ritiro"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*