Pescara calcio. Il punto dopo sette partite

Pescara calcio. Nove punti dopo sette partite. Tre in più rispetto allo scorso campionato. Sabato nuovo impegno esterno sul campo dell’imbattuto Trapani.

Lo sciupio negli ultimi 16 metri, il calo vistoso accusato nei venti minuti finali e, più in generale nel secondo tempo, la contestuale crescita dell’Ascoli uscito fuori fisicamente nella ripresa, le assenze di diversi titolari specie in mediana. Sono i tanti perché di una sconfitta a conti fatti evitabile. Biancazzurri, tuttavia, padroni del campo almeno per 45′ -60′, quando, però, imprecisione e soprattutto leziosita’, in zona gol, hanno fatto la differenza. Il rammarico più grande è proprio questo. Sui due gol subiti, tralasciando il terzo arrivato su rigore allo scadere del recupero, amnesie palesi, individuali e di reparto. Altro il discorso legato ai singoli. Da Cocco i progressi auspicati sono stati disattesi. Anzi, l’ex Vicenza ha dato la sensazione, ci auguriamo sbagliata, di giocare con sufficienza. Benali prima, Valoti poi sono apparsi ancora avulsi dal gioco. Impeccabili Alessandro Bruno, che non giocava da otto mesi, e il giovane ganese Ransford Selasi. Non a caso, dopo l’uscita dell’ex Latina, il Pescara ha perso totalmente il controllo del centrocampo. Male la difesa in occasione del pareggio e del sorpasso dell’Ascoli. Insomma, giocare bene non sempre è sufficiente. Sabato prossimo altro esame in trasferta contro il Trapani dell’ex Cosmi, ancora imbattuto come il Vicenza, e rivelazione di questo primo scorcio al pari del Crotone. Oltre a Zampano  torneranno a disposizione i “nazionali” Verre, Mandragora e Memushaj che con l’Albania del c.t. De Biasi (ex biancazzurro stagione 1977 -’78), ha centrato la qualificazione( evento storico) alla fase finale degli europei in programma a giugno in Francia. Slitta, invece, ancora il rientro di Sansovini (polpaccio) forse pronto per il confronto interno con la Pro Vercelli (venerdì 23 ottobre) del neo tecnico Claudio Foscarini. Certe, altresì, le defezioni di Mignanelli( caviglia) e Bunoza( ginocchio), mentre Bruno oggi si sottoporrà ad ecografia dopo la botta al quadricipite rimediata nel corso della sfida di Ascoli.

 

 

1 Commento su "Pescara calcio. Il punto dopo sette partite"

  1. La partita del Pescara anticipo del 23 ottobre con la Pro Vercelli non era programmata per le ore 19 (non alle 20,30 come da vostro articolo)????

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*