Pescara calcio, i rimpianti restano

Pescara calcio. Quanti rimpianti ! Tre partite in fotocopia. Sul campo un solo punto. La certezza è il gioco, ma guai cullarsi pensando che basti. Oggi la ripresa.

La delusione è ancora forte, ma il calcio è anche questo. Una squadra, come il Pescara, può giocare bene, può anche annullare il gap sul piano tecnico con altre formazioni molto più attrezzate, vedi l’Inter, ma non può sbagliare nulla se dall’altra parte ci sono calciatori in grado di decidere con una giocata il corso degli eventi. La storia, insomma, si è ripetuta. Ma non tutte le settimane si affronteranno formazioni che si chiamano Napoli, Sassuolo o Inter. La certezza, insomma, rimane il gioco. Tassativamente vietato, però, specchiarsi troppo o accontentarsi. Urge, infatti, migliorare nella gestione finale di ogni partita. Questo non significa snaturarsi, ma alzare il livello di attenzione. In A, infatti, al primo errore, soprattutto i team di alto rango, non ti perdonano.

Questo pomeriggio la ripresa al “Poggio”. Ed ora tre partite in otto giorni. Sabato prossimo 17 settembre, ore 18, sfida allo stadio “Olimpico” contro la Lazio. Mercoledì 21 settembre turno infrasettimanale all ‘Adriatico contro il Torino (ore 20.45). Domenica 25 settembre, ore 15, Genoa- Pescara.

Nel video scheda- analisi

 

 

Sii il primo a commentare su "Pescara calcio, i rimpianti restano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*