Pescara calcio, che rabbia !

Pescara calcio. Rimpianti, rabbia, ma anche la consapevolezza che non potrà finire sempre così. I biancazzurri non perdevano dallo scorso 26 marzo.

L’imbattibilità cade dopo 1o vittorie e 4 pareggi. Ultima sconfitta a fine marzo nel match di Terni dello scorso campionato. Al “Mapei Stadium” dominio assoluto nei primi 35 minuti. Il Pescara crea una miriade di occasioni senza, tuttavia, riuscire a concretizzare. Il portiere degli emiliani Consigli è il migliore in campo. I biancazzurri vanno sotto di due gol, sfiorano una clamorosa rimonta, ma i tre punti, cruda realtà, vanno al Sassuolo. Verre e compagni pagano dazio all’inesperienza. Soprattutto in serie A, se sbagli paghi.

Ora gli ultimi tre giorni di mercato. Chiusura, finalmente, mercoledì sera alle ore 23. Il Delfino vuole chiudere per Lescott centrale mancino inglese, classe ’82, in scadenza con l’Aston Villa, ex Everton e soprattutto Manchester City dove ha vinto tanto ( 2 Premier League etc..) dal 2009 al 2014. Sul calciatore ci sono diversi club come l’Aek Atene che nelle ultime ore ha rilanciato proponendo un biennale a cifre alte. Il suo agente è Pastorello lo stesso di Aquilani.

Per l’attacco l’obiettivo è il croato Bruno Petkovic, classe ’94, ex Catania, Reggiana, Entella di proprietà del Trapani nelle cui fila si è messo in grande evidenza lo scorso anno in B. Il Pescara lo chiede in prestito con diritto di riscatto e ha inserito nella trattativa anche il prestito di Selasi assai apprezzato da Cosmi che ha fatto esordire il centrocampista ganese in B nella stagione 2013-14 quando il tecnico perugino era sulla panchina biancazzurra. Il club siciliano chiede invece due milioni di euro per il cartellino dell’attaccante corteggiato anche dall’Udinese.

La serie A riprenderà dopo la sosta, ovvero domenica 11 settembre. Il Pescara ospiterà l’Inter.

Sii il primo a commentare su "Pescara calcio, che rabbia !"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*