Pescara calcio. Bizzarri “Serve solidità”

Pescara calcio. Ferma la serie A, il portiere Bizzarri stila un primo bilancio e dichiara “Bisogna subire meno gol. Salvezza dura ma possibile”.

Sul campo tre punti nelle prime sette partite

“Preoccupato? Nella misura giusta- afferma il portiere argentino Albano Bizzarri ormai prossimo alle trentanove primavere- sono le prime giornate. Questa è una squadra che viene dalla serie B. Deve conoscere la categoria. Ci sono tanti ragazzi alla prima esperienza in serie A. Era una situazione prevedibile. Sappiamo di dover migliorare. Prendiamo troppi gol. E’ la priorità da affrontare e risolvere. Nell’ambiente ci vuole più equilibrio. Se vinciamo due partite siamo da Europa League. Se le perdiamo, siamo già retrocessi. Il giorno del mio arrivo ho detto che è un cammino lungo. L’obiettivo si raggiunge partita dopo partita. Non possiamo sapere adesso cosa accadrà il 30 maggio. La salvezza va costruita. Traguardo, ripeto, duro ma possibile. La mentalità è buona. Siamo sempre propositivi. In serie A, quando sbagli mezza cosa, la paghi. Per questo dobbiamo cercare di essere più solidi. Quando non puoi vincere, è fondamentale non perdere. I piccoli punti che ottieni a settembre, ottobre, te li ricordi molto bene a maggio. Parlo tanto in campo ? E’ il modo di stimolare i compagni a fare sempre meglio e ad essere concentrati fino al fischio finale dell’arbitro. Spero che le mie parole possano servire a qualcosa”.

Nel video, l’intervista integrale al portiere Abano Bizzarri

Sii il primo a commentare su "Pescara calcio. Bizzarri “Serve solidità”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*