Pescara Brescia: la vigilia di Oddo

Pescara Brescia. Terzo scontro diretto consecutivo. Il Delfino compie 80 anni. La ricorrenza sarà festeggiata con una maglia celebrativa. Parola a Oddo.

“Caprari, Mazzotta e Aresti dovrebbero tornare a disposizione. Abbiamo lavorato molto nella fase di non possesso. I ragazzi hanno risposto molto bene. Siamo più ordinati e compatti. Per esempio la scelta di Cappelluzzo è stata dettata dall’esigenza di dare più fisicità, struttura e agonismo. Poi c’è l’aspetto mentale che ha la sua importanza. A La Spezia abbiamo sofferto ma mentalmente eravamo più convinti. Fornasier è un calciatore di serie B. Gli manca qualcosa per essere da serie A. Deve migliorare sotto l’aspetto mentale. Deve diventare più leader. L’assenza definitiva di Campagnaro ha responsabilizzare tutti. Vitturini per esempio sta crescendo tantissimo. Mandragora è il nostro valore aggiunto. Per me può fare benissimo sia il centrale di metacampo che di difesa. L’esperienza in difesa gli servira’ tantissimo anche in difesa. Pescara Brescia è la partita dell’anno perché vincere significa eliminare una squadra dai play off. È come se fosse una finale all’ultimo sangue. Gioca molto bene. È fisica. Ha grandi individualità. In mediana giocheranno Memushaj, Torreira e Verre. Davanti se Caprari è pronto non giocherà Cappelluzzo perché Caprari può fare la seconda punta, il secondo trequartista, ma fa fatica ad agire da solo tra le linee”. Tradotto: con Caprari in campo, Cappelluzzo partirà dalla panchina. Altrimenti, come a La Spezia: Pasquato tra le linee a ridosso del tandem Lapadula- Cappelluzzo. Arbitro della contesa Sacchi di Macerata.

Nel video la presentazione del match Pescara -Brescia con alcune dichiarazioni rilasciate in conferenza da Massimo Oddo

 

Sii il primo a commentare su "Pescara Brescia: la vigilia di Oddo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*