Caso Muntari, non c’è limite al peggio

Caso Muntari. Non è stata applicata una norma non scritta: il buon senso. Un’ occasione persa. Nessuna sanzione per il Cagliari. Perché ? I razzisti erano pochi. Grottesco !

Dunque, per i giudici del calcio, il razzismo è un problema di percentuale. Davvero, non c’è limite al peggio.

Muntari, squalificato per una giornata, paga per aver abbandonato il campo prima del fischio finale del match Cagliari- Pescara, in polemica con l’arbitro Minelli di Varese ( sul quale stendiamo un velo) che non ha sospeso, come da prassi, la partita dopo i cori di stampo razzista rivolti al ghanese da un gruppo di tifosi sardi.

Nel video, scheda Pescara- Caso Muntari, non c’è limite al peggio

Sii il primo a commentare su "Caso Muntari, non c’è limite al peggio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*