Pescara Milan logoPESCARA - Balotelli (doppietta), Flamini e Muntari passeggiano sui resti del Pescara, già in vacanza dopo la retrocessione matematica sancita dalla sconfitta di Genoa. Se sul piano tecnico non c'era e non c'è stata partita, dal punto di vista caratteriale dai ragazzi di Bucchi qualcosa di più era lecito attendersi. Ma non è stato così. Conferma che molti degli attuali biancazzurri hanno già staccato la spina. Considerazione, questa, che si aggiungerà alle altre che dovrà prendere in esame il club pescarese già attivo per programmare il futuro.
Balo + Muntari, Pescara ko Il confronto, già impari in partenza, dura lo spazio di un tempo. Probabilemte anche meno dato che trascorrono solamente nove minuti prima che Balotelli dal dischetto, dopo aver centrato un palo in avvio, mette alle spalle di Perin la rete personale numero 10 (in 11 partite) trasformando con fredezza la massima punizione assegnata da Russo di Nola per un fallo tanto sciocco quanto inutile di Uros Cosic su Flamini. Con il vantaggio in tasca il Milan ha gestito a piacimento la restante parte di primo tempo. Troppo leggero il Pescara che dalle parti di Abbiati con pericolosità non arriva praticamente mai. A complicare le cose per i biancazzurri poi ci pensa Muntari. Il centrocampista ex Inter imbeccato da un suggerimento di Robinho direttamente su calcio di punzione, colpevolmente lasciato libero dalla retroguardia pescarese, con un gran tiro al volo beffa Perin per la seconda volta. Per Muntari è il primo gol in Serie in A in stagione dato che prima aveva segnato solamente al Barcelona in Champions League.
Poker Milan La ripresa è una semplice formalità. I secondi 45 minuti servono infatti solamente per rendere più rotonda la vittoria del Milan che con il successo dell'Adriatico-Cornacchia blinda il terzo posto e la conseguente qualificazione alla fase preliminare della prossima Champions League. Il Pescara, non giudicabile tecnicamente ed ormai scarico anche dal punto di vista mentale, viene infilato prima da Flamini (che su cross di Robinho brucia Capuano e di piatto deposita alle spalle di Perin) e successivamente da Mario Balotelli. L'attaccante sfrutta al meglio l'assistenza del francese e sbarazzandosi della marcatura troppo leggera di Capuano scarica il destro che significa quarta rete ma anche, e soprattutto, 11° gol in altrettante partite da quando è arrivato al Milan a gennaio via Manchester City. Gara finita. Come la stagione del Pescara, ormai in vacanza. Il calvario (calcistico) prevede altre due tappe: Catania, al Cibali, e Fiorentina in casa. Ultime due uscite di un anno da dimenticare in fretta.
I giovani, unica nota lieta Nonostante il pesante rovescio qualcosa in casa Pescara da salvare c'è. Di Francesco, figlio d'arte, si è reso protagonista di una prova più che dignitosa. Movimenti interessanti, spunti da calciatore di qualità. Potrebbe essere uno dei punti fermi su cui riprogammare il prossimo torneo di B. Esordio in serie A anche per altri due giovanissimi: Andrea Mancini, classe '96, prodotto della Primavera biancazzurra con cui ha disputato 10 partite segnando 4 reti (tripletta al Crotone e gol alla Ternana); Giovanbattista Catalano, attaccante che dopo la Seconda Divisione con la Vigor Lamezia si toglie lo sfizio di esordire in A.

PESCARA (4-2-3-1):
Perin; Zauri, Cosic, Capuano, Balzano; Rizzo, Togni; Di Francesco (dall'87'st Catalano), Cascione (dal 75'st Mancini), Sculli (dal 1'st Celik); Sforzini.
Allenatore: Christian Bucchi
In panchina: Falso, Zanon, Kroldrup, Bjarnason, Abbruscato, Bocchetti, Bianchi Arce, Iannascoli, Caraglio

MILAN (4-3-3): Abbiati; Abate, Zapata, Yepes, Costant; Flamini (dal 54'st Traore), Muntari, Nocerino; Niang (dal 63'st Pazzini), Balotelli, Robinho (dal 73'st El Shaarawy)
Allenatore: Massimiliano Allegri
In panchina: Amelia, Gabriel, De Sciglio, Mexes, Salamon, Ambrosini, Cristante, Zaccardo

Reti: 9'pt rig. Balotelli (M), 33'pt Muntari (M), 51'st Flamini (M), 56'st Balotelli (M)
Arbitro: Carmine Russo di Nola (Dobosz di Roma 2 e Claudio La Rocca di Ercolano)
Quarto uomo: Giancarlo Rubino di Salerno
Addizionali: Damato di Barletta e Pinzani di Empoli
Espulsi:
Ammoniti: Rizzo (P, 11'pt)
Recupero: 0'pt, 2'st
Note:



Live match 1° tempo

2' - Milan vicino al vantaggio con Mario Balotelli che salta bene ma di testa, a Perin battuto, centra il palo alla sinistra del portiere del Pescara

9' - Balotelli porta in vantaggio il Milan grazie ad un calcio di rigore. Cosic commette un fallo evitabile in area su Flamini, Russo di Nola ben piazzato assegna il tiro dal dischetto che l'ex attaccante del Manchester City trasforma con fredezza spiazzando Mattia Perin. Pescara - Milan 0-1. Per Balotelli è il gol numero 10 in campionato in 11 presenze.

23' - Milan con pericoloso con Niang. Il diagonale dell'attaccante finisce sul fondo

33' - Raddoppio del Milan con Muntari. Calcio di punizione dalla destra di Robinho che crossa da destra a sinistra dove l'ex centrocampista dell'Inter, colpevolmente lasciato libero da marcature da parte dei difensori del Pescara, si coordina e con un gran tiro al volo che sfiora anche la parte bassa della traversa beffa Perin. Secondo gol in stagione per Muntari fra Champions League (rete al Barcelona) e serie A (al Pescara). Pescara - Milan 0-2

Live match 2° tempo

51' - Terzo gol del Milan. Sbaglio grossolano di Zauri che sulla pressione di Robinho finisce per perdere il possesso del pallone permettendo a Robinho di sfuttare la corsia sinistra e crossare liberamente per Flamini che sull'assist del compagno brucia nell'intervento Capuano e di piatto anticipa anche Perin segnando il 3 a 0 rossonero

56' - Doppietta di Mario Balotelli e quarta rete del Milan che dilaga facilmente. Dalla destra Flamini appoggia di piatto al centro dell'area di rigore per l'attaccante rossonero che si sbarazza facilmente della marcatura troppo leggera di Marco Capuano ed in girata fredda l'incolpevole Mattia Perin. Migliora la sua media realizzativa Balotelli: 11 reti in altrettante gare disputate da quando è arrivato al Milan a gennaio via Manchester City. Numeri impressionanti per Balotelli che segna una rete a partita


69' - Assist di Balotelli per Pazzini che scatta sul filo del fuorigioco, si presenta a tu per tu con Perin ma non riesce a superare il portiere pescarese questa volta bravo a bloccare a terra il tentativo dell'attaccante subentrato nel corso della ripresa a Niang

74' - El Shaarawy appena entrato in campo al posto di Robinho rischia subito di andare in rete ma è fermato in maniera provvidenziale da Perin in uscita



Condividi

Submit to Facebook Submit to Google Bookmarks Submit to Twitter Submit to LinkedIn YouTube

Commenti  

#1 Giuliana 2013-05-09 09:49
Vorrei dire a Capuano di non preoccuparsi. Di giocatori come lui in serie A ce ne sono tantissimi, cioe' bravi nella media. Il problema e' che il pescara di quest'anno non ha avuto mai un gioco e questo e' compito dell'allenatore . In poche parole: non abbiamo avuto bravi allenatori. Punto.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna