La Forestale e il coccodrillo trovato al porto di Ortona

coccodrillo

Non c’è solo il pitone, tanti altri sono i ritrovamenti di animali insoliti da parte della Forestale, come un … coccodrillo al porto di Ortona.

Dopo il ritrovamento del pitone a Città sant’Angelo, che non si era allontanato dalla mansarda di casa del proprietario, è il vice questore aggiunto della Forestale Luca Brugnola a raccontarci degli insoliti ritrovamenti di animali esotici in Abruzzo, custoditi legalmente, ma che, a causa di incuria o superficialità da parte dei proprietari, fanno perdere le loro tracce. Tra le più strane, la vicenda del ritrovamento qualche tempo fa di un … coccodrillo al porto di Ortona, probabilmente fuggito da un Circo. Ma la Forestale assicura che anche privati acquistano animali del genere. Non di rado gli agenti del Corpo vengono contattati per animali smarriti, come iguane, pappagalli, serpenti, tra i più comuni, ma non mancano animali pericolosi.

“Invitiamo tutti ad un acquisto consapevole di questi animali – dice Brugnola –  pur non entrando nel merito dell’opportunità o meno di tenerli in casa. Spesso si comprano quando sono molto piccoli e apparentemente gestibili, poi, invece, ci si trova di fronte a un esemplare che moltiplica le sue dimensioni.”

Tuttavia, in Abruzzo, la situazione è abbastanza tranquilla, c’è il rispetto delle norme vigenti nelle detenzione di questi animali insoliti, anche grazie al monitoraggio della stessa Forestale.

 

 

Sii il primo a commentare su "La Forestale e il coccodrillo trovato al porto di Ortona"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*